Évangéliser les aréopages modernes.

Accueil » Parole de Dieu (en Kirundi) » Fêtes & Solennités

Archives de Catégorie: Fêtes & Solennités

In Cristo che risorge, la vita trionfa per sempre.

IMG_20170415_232932L’umanità è sempre alla ricerca del senso di tutto ciò che esiste e che avviene nella storia universale e nella vita di ciascuna persona. Ogni popolo ha provato a dare la sua risposta. Noi cristiani questa notte celebriamo il centro della nostra fede. Senza di esso ogni speranza dell’uomo rimane infondata e illusoria. Cristo è risorto dai morti: questo è l’annuncio della salvezza che irrompe nella storia dell’intera umanità, ed è alla portata e a disposizione di chiunque voglia accoglierlo e farlo proprio.

Tra le letture proposte per questa veglia, non manca mai (anzi, non deve mancare) la liberazione dall’Egitto. Gli Israeliti camminarono sull’asciutto in mezzo al mare. Il passaggio del Mar Rosso è l’esperienza tipica (suite…)

«DAVVERO QUEST’UOMO ERA IL FIGLIO DI DIO !»

A. Lambert

A. Lambert RIYAZIMANA

Il passaggio dai due «Osanna» al duplice « Crocifiggilo» nella stessa celebrazione è sconvolgente, ma fotografa una realtà non solo della passione del Signore, ma anche della vita di ogni cristiano. Se seguiamo Gesù, possiamo fare esperienza di essere osannati da alcuni e crocifissi da altri. Quando pecchiamo, dopo aver detto a parole che vogliamo seguirlo, in effetti rinneghiamo e crocifiggiamo il Signore. La domenica delle Palme ci invita a rinnovare la nostra fede e a partecipare intimamente Ila passione, morte e risurrezione del Signore Gesù.

Gesù è stato molto attento a non creare attese messianiche trionfalistiche. Perciò, per lui l’ingresso solenne a Gerusalemme, nonostante l’aria di trionfo, costituisce l’annuncio del Messia, figlio di Davide, che rivendica il trono, non con un cavallo, ma con un puledro. Questo particolare, che richiama il profeta Zaccaria (9,9-10), dice che egli porta non la guerra contro i nemici, ma la pace e la salvezza. Quindi, questo contrasto stridente tra l’ingresso trionfale a Gerusalemme e il racconto della Passione di Marco segna in questa celebrazione l’apice della rivelazione del Figlio di Dio. A Gerusalemme entra il discendente di Davide e la folla lo acclama come il Messia, che ristabilirà il regno di Israele. È l’equivoco che Gesù ha cercato di non alimentare per tutto il tempo della sua azione e predicazione. Qui sembra avallarlo. Perché?

Magari ci capita di invidiare la situazione di primi discepoli, perché pensiamo che avevano tutto come ovvietà, tutto chiaro. Invece, il racconto della passione ci mostra che anche loro hanno avuto dei momenti di incertezza, di scarsità di valutazione della situazione, e quindi, di debolezza. Accanto ad alcuni momenti di illuminazione, hanno pure conosciuto dei momenti di vuoto spirituale. Inizia per Gesù allora la settimana decisiva e sceglie di iniziarla con un’azione simbolica (suite…)

En la Sainte Famille, Dieu comble les humbles qui ont toujours espéré en la réalisation de ses promesses.

presentation-of-jesus-at-the-temple-7669Dieu vient habiter dans une famille de pauvres.
Contestée, vilipendée, souvent déchirée, la famille n’en demeure pas contre vents et marées, l’ancrage irremplaçable des personnes et le ciment de la société. Il est vrai aussi que la famille doit évoluer pour remplir sa fonction essentielle dans des contextes sans cesse nouveaux. Quant au message biblique, tel par exemple que nous le propose la fête d’aujourd’hui, il ouvre nos familles sur l’ensemble du genre humain, sur les vicissitudes de l’histoire ainsi que sur l’aventure de la foi d’Abraham à Siméon et à Anne, l’Alliance voulue par Dieu s’accomplit moyennant un dialogue jamais achevé avec les hommes. Qui dit dialogue dit confiance, ce qui est le sens premier du mot « foi ». Telle est l’âme de tout foyer rayonnant comme toute relation constructive à l’autre, homme ou Dieu.

Dieu comble Abraham au-delà de toute espérance
A l’appel de Dieu, Abraham est parti pour un pays qu’il ne connaissait pas, parce qu’il a (suite…)

%d blogueurs aiment cette page :