Évangéliser les aréopages contemporains

Accueil » Posts tagged 'San Giovanni Battista'

Archives de Tag: San Giovanni Battista

Il Cristianesimo è la religione della gioia. E se così non è per te, pensaci un pò.

La liturgia della quarta domenica di Avvento (Anno C) ruota attorno a un incontro : quello tra Maria, che porta in grembo Gesù, e sua cugina Elisabetta, che è in attesa del Battista. All’intera scena è sotteso un annuncio prorompente : Dio non è estraneo alla storia, ma entra in essa e vi entra come uomo, nascendo da una donna. Di frthe-visitationonte a questo annuncio la maschera delle grandi potenze terrene, in primis del peccato, cade e a tutto ciò che è piccolo e che ha sofferto a causa della giustizia è aperta la via deli gioia. Il profeta Michea annuncia la nascita del Messia nella città di Betlemme. L’insignificanza di questo modesto villaggio, contrapposta alla grandezza dell’evento che lo vede coinvolto, sottolinea la piccolezza della storia umana di fronte alla venuta del Figlio di Dio. Nella semplicità della scena e nella smisurata letizia descritte dall’evangelista Luca, la gioia con cui la Vergine aveva detto il suo «sì» al progetto
li Dio si trasmette prima alla cugina Elisabetta e a Giovanni,
il bambino ch’ella porta in grembo, poi a tutta l’umanità, cioè anche a noi.

Più volte si è ripetuto, in queste settimane, che l’Avvento è il tempo dell’attesa, il periodo in cui la liturgia con i suoi testi e le sue orazioni, come anche con le letture proposte dal lezionario, orienta la nostra meditazione nella (suite…)

San Giovanni Battista, testimone della Giustizia e della verità.

         A. Jean HAKIZIMANA

                      A. Jean HAKIZIMANA

A questo giorno della memoria di Giovanni Battista, le letture del giorno ci fanno meditare l’atteggiamento di un vero messaggero di Dio o di un vero profeta: è un testimone della verità e della giustizia.
Nella prima lettura con la chiamata di Geremia, Dio lo manda ad annunciare la sua parola verso un popolo di ribelli che non lo ascolterà. E lo chiede il coraggio di vincere la paura per potere annunciare questa parola di verità e di vita:  » Tu stringi la veste ai fianchi (atteggiamento di libertà e di prontezza) alzàti, e dì loro tutto ciò che ti ordinerà, non spaventarti di fronte a loro… »  Il profeta annuncia una parola che non è sua, ma una parola di verità e di vita che lo supera. Ecco perché a lui è chiesto l’obbedienza alla parole di Dio che deve annunciare come verità che salva e denuncia l’ingiustizia.

Nel brano del vangelo, Giovanni Battista si presenta come testimone della verità e della Giustizia di fronte al Re Erode che doveva essere primo responsabile e garante della Giustizia, e che, purtroppo, è il primo a vivere nell’ingiustizia e di commettere ciò che non è licito, il che che Giovanni denuncia: » non è licito tenere con te la moglie del tuo fratello. »
La verità salva, ma chi non ascolta la verità nutre l’odio che uccide! Di fronte alla verità che annuncia Giovanni Battista, Erodiade lo odiava perché toccava la sua vita e cercava di ucciderlo!
E con quest’odio di cui si nutre, Erodiade diventa complice della morte di un giuste attraverso il « consilio » che dà alla sua figlia per chiedere al Re la testa di Giovanni Battista come ricompensa del compiacimento al Re e ai suoi commensali.
Con l’intercessione de Giovanni Battista chiediamo anche noi la grazia di essere i veri testimoni e annunciatori della Giustizia e de la verità che salva e anche esser umile per accogliere la verità che tocca la nostra vita per la nostra conversione! Cosi saremo capaci di vincere questa odio che uccide gli altri nel nostro cuore per vivere nella vera libertà dei figli di Dio.

%d blogueurs aiment cette page :